Silvia Perconti

Nata in Emilia Romagna, nel mio sangue ci sono Abruzzo e Sicilia e nella mia storia il Piemonte ed è per questo sento di non appartenere a nessun posto ma di amarli tutti al contempo. Adoro il bello, la natura e l’arte ed è proprio attraverso l’Arte stessa che provo ad accettare tutto ciò che potrebbe essere considerato brutto.

La fotografia mi ha appassionata da quando ero bambina, con lunghe pause e brevi ritorni. Nel 2008 ho seguito presso Meshroom Photo, il Corso Base di fotografia, un mini-corso di introduzione alla Street Photography ed uno sulla Genesi del Progetto Fotografico con Michele Palazzi. Successivamente, ho frequentato un corso FIAF nel 2006 per poi perfezionare la mia formazione accademica partecipando nel 2018-2019 al Master di Street Photography con Stefano Lista e nel 2020 sia al Workshop di Meshroom Photo con Simona Ghizzoni sull’Autoritratto e Ritratto Ambientato e sia ad un workshop di sviluppo e stampa in bianco e nero.

Oggi, con la mia macchinetta fotografica, esploro la luce con il buio, conosco l’interno attraverso l’intorno e smusso il timore con gli spigoli della realtà.

D-Tube

Il grande bruco veloce striscia,
stridendo,
nelle viscere asfittiche e buie del cemento.

Continuamente,
in un attimo,
mischia l’aria con la polvere, il passato col futuro,
il bianco col nero, il centro con la circonferenza.

Perché l’incertezza dell’esistere non è nel luogo,
non è nella pelle
ma è nelle gallerie asfittiche e buie della carne.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy