Piero De Caro

Sono nato a Pescara nel 1982. La fotografia mi ha sempre affascinato: da ragazzino ho sempre avuto la macchina fotografica sotto mano ed ero quello della comitiva che faceva foto agli altri.

Nel 2011 ho iniziato ad assecondare questa passione seguendo un corso da Meshroom, che mi ha fatto entrare ancora più in contatto con questa disciplina: attraverso i racconti dei docenti ho capito che le cose interessanti sono quelle che stai vivendo, è quello che voglio raccontare e condividere.

Cerco sempre qualcosa di diverso nell’ordinario, qualcosa di speciale che è già lì e che passa inosservato agli occhi meno attenti: è fondamentale per me riconoscere l’importanza che si nasconde nelle piccole cose.

Mi piace condividere il quotidiano con gli altri e far in modo che possano ritrovarsi in situazioni e sensazioni che, a loro volta, hanno già vissuto.

Via Bacchiglione

“Perché queste foto?” Risuona nella mia testa la domanda che mi avete fatto in tanti…
Il capolinea di una relazione affettiva mi rispedisce nella casa dove sono nato e cresciuto.
È difficile spiegare cosa si prova, ti accorgi di cose a cui prima non facevi caso, ti senti al sicuro ma vorresti scappare, ti ritrovi in un déjà-vu rivivendo le stesse situazioni. Ma con occhi diversi…
Ho iniziato a fotografare i miei familiari da subito, voglio fermare il tempo a tutti i costi.
Ho paura che passi troppo velocemente.
Le cose finiscono ma tutto questo affetto resterà per sempre.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy