Francesca Cilli

Sono nata a Pescara nel 1999 e la fotografia è sempre stata con me. Nel 2020 ho avuto modo di accostarmi a questa disciplina in maniera strutturata e completa grazie al Master di Primo Livello – Competenza e Identità, presso la scuola Meshroom, che mi ha fornito una formazione solida e di valore che applico nei miei lavori.

A piccoli passi mi addentro in mondi ancora dischiusi per mostrarli ad altri occhi. Il silenzio che crea in me la fotografia mi permette di essere presente in ogni scatto: esserci e non esserci, piacere e dolore al contempo. Citando Iacopo Pasqui, “ la fotografia a volte non è una carezza”. Per me, la sua potenza risiede esattamente in questo.

Francesca Cilli – Burro e Miele

«Burro e miele è la riscoperta di una persona.

È il nostro secondo incontro. È un velo che scompare. Qui ci sono libri condivisi, parole crude sottolineate, il dolore misto al piacere.

Sono momenti scivolosi come il burro, la dolcezza del miele, l’amarezza del sangue.

È la conoscenza di altro, un’abitudine, una sensazione. È la ricerca delle fragilità nascoste, trovarsi a volte in un punto e capire che è proprio in quel punto che non bisogna vivere.

Lei è un corpo nudo che porterà sempre un segreto, è un enigma irrisolto.»

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy